Il valore delle riparazioni

di | 28 Gennaio 2020
riparare

Quando occorre riparare

Poco tempo fa ho avuto bisogno di riparare un oggetto a me caro, anche se di poco valore, ma ho dovuto cercare a lungo e combattere la ritrosia dei negozianti che ritenevano inutile la mia richiesta. Queste circostanze mi hanno fatto riflettere su quanto ormai si dia per scontato che sia più semplice sostituire il vecchio (e quindi vissuto) con il nuovo. Già da tempo vi è la rincorsa all’ultimo modello, più accattivante, più veloce, più performante, perché mai accontentarsi! Qui nasce il dubbio però, se spesso ciò che è nuovo viene incontro a nuove esigenze (anche queste indotte) non è detto che mantenere o conservare vecchi articoli equivalga a rimanere indietro con i tempi. Quante di queste nuove esigenze sono reali? Se 10 utensili della cucina possono tranquillamente essere sostituiti da un valido coltello, credo che il concetto valga anche in molti altri campi.

Riparare le relazioni

Purtroppo però il vero problema nasce quando questa modalità si estende alle relazioni. Al primo conflitto, alla prima frustrazione si getta la spugna, per quale motivo si dovrebbe “combattere” se tanto si raggiungono nuovi trofei senza sforzo. Sì, perché gli individui sono trasformati in oggetti, da esibire e da conquistare, per poi lasciarli impolverare dopo poco tempo. Alla base c’è già una scelta sbagliata, dettata più dal bisogno del momento che da una scelta consapevole. Quindi appena l’ingranaggio non funziona bene non si sa neanche cosa e come riparare.

Voler vivere non significa lasciare alle spalle ciò che è stato vissuto.

Ritrovare il valore di ciò che si vive, di ciò che si desidera veramente è fondamentale. Alcune persone spesso non sanno neanche da dove iniziare, non si conoscono; le loro scelte sono state dettate dal momento, dalle mode, dalla famiglia o al contrario inibite dalle paure e dalle esperienze precedenti.

Le influenze possono essere infinite, se non si hanno ancore si viene trascinati dalle correnti, si resta alla deriva, magari sempre a galla, ma senza una rotta precisa. Credo che sia peggio non avere direzioni piuttosto che sfidare le tempeste e provare ad approdare nei luoghi in cui si desidera stare. Munendosi di una buona attrezzatura e con la possibilità di chiedere aiuto è possibile intraprendere qualsiasi viaggio.

Impariamo a non sostituire tutto, le riparazioni hanno un gran valore se sappiamo riconoscerlo. Riparare non è accontentarsi, non è arrabattarsi o mettere una toppa, ma credere nei propri sentimenti e continuare a portarli avanti.

Un pensiero su “Il valore delle riparazioni

Lasciami un commento o dei suggerimenti per altri articoli

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.